KM3NeT – Il più grande telescopio spaziale sottomarino al mondo

KM3NeT Il più grande telescopio sottomarino al mondo

Client: INFN - LNS
Website: km3net.org

Info

KM3Net, il più grande telescopio sottomarino per la ricerca dei neutrini cosmici ad altissima energia

KM3NeT è il più grande telescopio al mondo di nuova generazione per la ricerca dei neutrini ad altissima energia, nonché la più grande infrastruttura sottomarina cablata al mondo. Si trova a una distanza di circa 80 km al largo di Portopalo di Capo Passero, nelle acque della Sicilia sud orientale, a una profondità di 3.500 metri sotto il livello del mare e, una volta completato, avrà un volume rilevatore di diversi chilometri cubi di acqua.

Official project page
Client: INFN - LNS
Website: km3net.org

I Neutrini

Grazie al telescopio KM3NeT, e ad una specializzata equipe di scienziati, sarà possibile rintracciare i neutrini provenienti da sorgenti astrofisiche lontane, come le supernovae, i lampi di raggi gamma o le stelle in collisione. I neutrini sono particelle di massa infinitesimale sprovviste di una propria carica elettrica; possono percorrere enormi distanze senza subire variazioni di traiettoria per interferenza dei campi magnetici, e senza interagire con la materia circostante.

Attraverso il flusso continuo dei neutrini sarebbe dunque possibile risalire alle sorgenti astrofisiche, che sono le medesime che producono i raggi cosmici e l’antimateria, e in questo modo acquisire una maggiore consapevolezza riguardo l’Universo, soprattutto riguardo i suoi primi anni di vita.

01
02

Le infrastrutture

Le infrastrutture KM3NeT comprendono una serie di migliaia di sensori ottici in grado di rilevare, nelle profondità marine, la debole luce delle particelle provenienti dalle collisioni dei neutrini con la Terra.

L’infrastruttura KM3NeT include, inoltre, la strumentazione del laboratorio di terra, costituito da sistemi di osservazione e analisi del fondale e della colonna d’acqua nell’ambiente marino costiero e profondo, per il monitoraggio degli oceani e dei fondali.